Show-Cooking di Massimo Bottura allo stand Maserati a Ginevra

Massimo Bottura show cooking

Presso lo stand Maserati si è svolto un esclusivo aperitivo firmato Massimo Bottura, il notissimo chef a 3 stelle Michelin nonché Brand Ambassador di Maserati.

Per un gruppo selezionato di clienti Maserati e Zegna questa è stata l’occasione di celebrare con un’esperienza irripetibile il connubio di “fast car” e “slow food”, suggellato dalla degustazione di un riso particolare, intitolato al SUV Levante.

 

Ieri sera al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, nell’ambito della prima giornata dedicata alla stampa, si è svolto un esclusivo aperitivo firmato da Massimo Bottura, il notissimo chef a tre stelle Michelin nonché Brand Ambassador di Maserati.

 

Durante l’evento, Bottura ha deliziato i presenti con la sua creatività, le sue passioni e la sua storia, vissuta fin da bambino nel segno dei motori, dell’aceto balsamico e della saggezza culinaria della nonna.

Ed è proprio qui, in questo retaggio del territorio, che affondano oggi le radici di una professionalità scandita da creatività, ispirazione, ingegno e poesia, sempre perseguita con grande passione.

 

Questa filosofia ha portato Bottura a rivisitare la tradizione gastronomica italiana e più ancora modenese in un’ottica contemporanea e talvolta futuristica, inventando piatti come il “Riso Levante”, ispirato a “The Maserati of SUVs”.

 

Proprio come l’omonimo vento che attraversa la penisola italica e soffia dall’Adriatico al Tirreno, il “Riso Levante” di Bottura, cotto con un infuso agli agrumi e servito su un leggero carpaccio di pesce d’acqua dolce marinato con finocchio e arancia, porta con sé ingredienti aromatici inaspettati.

 

Bottura ha cucinato anche altri piatti ispirati alle sue origini e ai suoi ricordi culinari di bambino: per esempio, “la parte croccante della lasagna”: la ricostruzione di un sapore, quello della pasta abbrustolita nell’angolo della teglia di lasagne preparate amorevolmente dalla nonna che, come per tutti i bambini, rappresentava la parte più gustosa del piatto. Oggi questo ricordo rivive in una chip croccante di pasta che si accoppia con il ragù e una besciamella leggera come un uccello pronto a librarsi in volo.

 

Un’altra delle ricette simbolo di Bottura è il “Ricordo di un panino alla mortadella”: “Il piatto vuole essere un ricordo di quando mia mamma mi correva dietro e mi metteva nello zaino il panino alla mortadella da portare a scuola.” Oggi, in onore di quella antica cura materna, questo ricordo rivive in un gnocco ingrassato e croccante abbinato a una spuma di mortadella in purezza.

 

Un grande momento, vissuto anche alla presenza di Reid Bigland, CEO di Maserati, che ha commentato: “Massimo è un vero genio, perché in ogni sapore sa esprimere una visione moderna se non addirittura futuristica della tradizione, senza mai tradire le sue origini. Questo è in perfetta sintonia con la tradizione italiana di Maserati, da sempre impegnata a progettare, sviluppare e costruire auto che entusiasmano e appassionano i guidatori di tutto il mondo.” Bigland ha poi aggiunto: “È con grande piacere che qui a Ginevra offriamo ai clienti di Maserati ed Ermenegildo Zegna l’opportunità di apprezzare l’eccellenza gastronomica di Massimo”.

 

Massimo Bottura è partner di Maserati dal 2015 e dallo scorso novembre possiede un Levante, il primo SUV nella storia ultracentenaria del Tridente. Lo scorso anno il ristorante modenese di Bottura, “Osteria Francescana”, si è aggiudicato il prestigioso titolo di miglior ristorante del mondo, trionfando nella classifica di “The World’s 50 Best Restaurants 2016”.